Oggi va così…

Elemi

Ho aperto il bauletto in cui tengo i miei pregiati olii essenziali,chiuso gli occhi e scelto! Tanto nulla arriva mai per caso,tutto arriva è NOI dobbiamo trasformarlo a favore nostro…

Le scelte sono piombate su ELEMI e NARDO due olii essenziali per me spettacolari.

Elemi è un olio resinoso che funziona da mediatore ossia unisce l’alto con il basso e viceversa. Può essere impiegato nelle miscele per congiungere note alte con note basse tra gli olii essenziali con il quale si sposa bene:” rosa,mirra,incenso nel mio caso NARDO.”

Nardo sacro.

Nardo anche lui un olio simil-resinoso un vero balsamo per l’anima.

Insieme nella miscela vanno a definire in modo positivo ciò che ci viene dato dalla vita.

L’applico sul plesso solare e inizio a l’introspezione.

Ogni goccia è una possibilità inespressa!

Nancy

Fresca menta.

Per via della sonnolenza dovuta a lavoro notturno uso la menta piperita per star sveglia durante il giorno.

Metto una goccia sul palmo delle mani,sfrego leggermente e mi accarezzo la fronte stando attenta agli occhi. Poi un Pó dietro la nuca. Inizialmente non si avverte nulla, poi a gran sorpresa, la menta fa il suo effetto riossigenante.

Quindi è ottima per la concentrazione e rinfrescante dei pensieri rendendoli chiari.

Ricordo che il nonno camminava spesso con una foglia di menta arrotolata dietro l’orecchio,proprio zona testa, quindi, anche lui conosceva le proprietà sulla mente della menta.

Menta

Oppure ricordo il profumo emesso dalla menta calpestata nei tappeti di petali di foglie e fiori delle processioni religiose o i pezzetti messi nell’impasto dei ravioli di ricotta.

Se hai tempi sapessero che così facendo creavano un ancoraggio della mente a quei ricordi. Mica un buon mojito …Ma “Atay Bi Naa Naa” una tazza di the verde e foglie di menta bevuto ad una fiera di interscambi culturali. Nella tradizione Marocchina Il the così preparato è un rituale per accogliere gli ospiti.

Ancora il profumo di menta rievoca i trattamenti estivi rinfrescanti per vasocostringere i piccoli capillari degli arti inferiori. Quando immergevo le bende nella miscela di olii essenziali e mi accingevo a srotolare la benda dalla caviglia al gluteo. La stanza si iniebriava del loro profumo e la menta si distingueva tra essi.

Di tutti i sensi, l’odorato è quello che mi colpisce di più. Come fanno i nostri nervi a farsi sfumature, interpreti sottili e sublimi, di ciò che non si vede, non si intende, non si scrive con le parole? L’odore è come un’anima, immateriale.

Marcel Hanoun

Rosa Riviera…

Mi lascio prendere le mani dell’olio essenziale di Rosa. La regina dei fiori per sollevarmi dal peso dei miei pensieri e ridonarmi quella giusta serenità per andare avanti.

La rosa rievoca la storia de”Il piccolo principe“guarda caso nel libro parla del vero amore.

L’amore con la A maiuscola è un sentimento stra~carico. Quando viene distrutto, il plesso solare duole, infatti l’olio essenziale vien messo proprio su di esso come a volerlo rafforzare.

Purtroppo non vi è formula magica per smettere di amare o qualche trucchetto per poter distogliere l’attenzione.

Si dice che il tempo cancellerà ogni ricordo dell’amato e quella nostalgia che lascia il cuore senza fiato lentamente muore.

“Il piccolo principe strappò anche con una certa malinconia gli ultimi germogli di baobab. Credeva di non tornare mai più. Ma tutti quei lavori consueti, quel mattino, gli sembravano estremamente dolci. E quando, innaffiò per l’ultima volta il suo fiore, e si preparò a metterlo a riparo sotto una campana di vetro, scoprì che aveva una gran voglia di piangere. Addio, disse al suo fiore. Ma lui non gli rispose. Addio, ripeté. Il fiore tossì. Ma non era perché fosse raffreddato. Sono stato uno sciocco, disse infine al fiore. Scusami e cerca di essere felice.Restò colpito dalla mancanza di rimproveri, e rimase lì sconcertato, con la campana di vetro sospesa per aria. Non riusciva a capire quella dolcezza. E si,ti amo,disse il fiore. Tu non lo hai saputo per colpa mia. Questo non ha alcuna importanza. Ma tu sei stato sciocco quanto me. Cerca di essere felice e lascia quella campana di vetro. Io non lo voglio più. (…) Poi aggiunse: Non indugiare ancora, è fastidioso. Hai deciso di partire. Allora vai. Non voleva che io lo vedessi piangere. Era un fiore così orgoglioso…”

Riecheggiano parole ” Siamo lontani anni luce” . L’Amore riesce a buttare giù qualunque barriera quando c’è!

Amare personalmente significa permettere all’altro di essere felice quando i cammini sono differenti. E se amare significa lasciar andare ognuno per la propria strada. Io ti amo.

Il vero amore consiste nell’accetare gli altri così come sono senza cercare di cambiarli.

Antoine de saint exupery

Ho perso le parole…

Ma come erano là un attimo fa!

Il braccio duole ed è la a ricordare. Si vede che debbo proprio imparare qualcosa da sto lungo periodo. Già segnalato all’Aifa ma rientra tra gli effetti collaterali anche la montagna sottocutanea che si crea per almeno 7 giorni. In cui verrá alterato il sonno visto il male. Penso al fattore stressogeno e dico:”voglio imparare dalla volta scorsa prevvengo l’anti~omeos arreccato al corpo”.

Personalmente vedo ciò come punto a svantaggio del trattamento un one to one proprio per nulla vincente. Tralasciando l’Aifa che si occupa del farmaco almeno il dolore dovrebbe essere menzionato durante il colloquio in-somministrazione, almeno. Per fortuna ho chi, a pagamento, mi segue dopo la sua intensa giornata lavorativa e mi ha ascoltata. Perchè non lo sapete ma ho 5 camici bianchi che scrivono la Matrix per me. Ma tutti sti detenuti che si lamentano di non essere assistiti? Se volete “spintaneamente” cedo a VOI.

Inizio con inalzare le diffese immunitarie,IMMUNACTION, remore che la scorsa volta due giorni dopo l’iniezione mi son occlusa di muco e catarri. LACRIME INESPRRESSE! Mah!

Inoltre acquisto subito un gel per il dolore nel mio mondo e combino le conoscenze vediamo di ridurre i 7 giorni.

Bevo acqua e mi depuro! 😂😂 sembra un occulta pubblicità!

E per fortuna esiste la MUSICA!

Ps: partono i termosifoni quindi l’aria in casa è calda e secca periodicamente,ora,rigenero gli umidificatori di ceramica con acqua e olio essenziale antibatterico!

M’ipnotizzo…

Dal colore acceso mi incanto a guarda una lavatrice da 16 kg girare. Gira e gira,storgo gli occhi e penso.

Gira tutto dentro una stanza finché si danza…

Ho appena messo la roba in quella per gli animali 😂😂 e va beh! Per fortuna vi è “antismacchio ” così se vi è un pò di fango da zampetta chissene tanto  immagino i cucciolotti dormire con Noi,sul divano e i bacetti  😍.

Si può conoscere il cuore di un uomo giá dal modo in cui tratta gli animali

Immanuel kant

Oggi ho fatto una bella chiaccherata con F. Una Donna tutto d’un pezzo,capace di tener su un team di 15 persone che ha coordinato per prestare servizio durante il lokdawn.

E mentre regnava il caos ha procurato tutto per la vestizione quando i materiali andavano a ruba,ha creato rete e coordinato l’esperienza per sostenere diverse famiglie nel nostro comune di residenza.

Al mattino qualche colazione per strappare dei sorrisi a chi era spaventato,una busta di tortellini per onorare una ricorrenza… intanto strappavamo altri sorrisi e perchè no anche tante rampe di scale per portare roba pulita e stirata!

Collaborazione e condivisione.

Dare e ricevere sono la bilancia della nostra vita.

Nancy

Alcuni son convinti che chi fa del bene ha in qualche modo qualcosa di irrisolto con il proprio sè.

Eccoci qua!

Personalmente penso che quando si dà esso in qualche modo prima o poi torna. Gli stessi interessati sorridevano,erano felici di potersi esprimere nel caos che succedeva e donavano  soldini.

F. Poteva mollare alla prima chiamata per procurare le mascherine fatta nel pieno della notte oppure dopo averle prenotate  poi vedersele togliere… eppure… avrei un motto ma tralascio e…”CONDIVIVI”.

Marzo 2020.

Tramite F.ho conosciuto dei ragazzi fantastici oltre ai fantastici 15. Un gruppo di persone che di accoglienza ne sanno a pacchi!Ridere spensieratamente mentre si va a prender un gelato è MITICO! Nonostante tutto…E anche sperimentare MUSICA con loro,é stato il TOP,perché hanno ognuno il loro modo di esser.

Eravamo proprio tutti insieme con gioia nel ritmo e nella musica!

Nocemoscata…

Nuovo contatto un posto che non conosco VILLANOVA una frazione piacevole di MODENA. Subito parcheggio e azzecco 1cd. Che profumino. Ma che bontà 🤤.

L’insegna promette benissimo semplice e lavorata c’è dell’arte nel dettaglio.

Laboratorio di pasta fresca accogliente come entrare in una cucina di famiglia.

Si sentono delle vocine ridono e scherzano poi un accento a me noto. Ma questi son dettagli. Chiedo permesso e inizia il colloquio .

A parlar del suo sogno e del fatto che per lui non è un lavoro. Mi descrive alcuni ingredienti della sua pizza. FOSSE PER ME GIA’ RIMMAREI SOLO A MANGIARE 🤤.

Ma come al solito il meravigliarmi da bimba dopo aver ispezionato con gli occhi il locale ha nuovamente alla meglio!

😂 in ogni posto io e la mia “bimba” restiamo felicissime 😂😂 ma purtroppo continuo a bussare alle porte.

To be continue…

La felicità spesso si insinua attraverso una porta che non sapevate di aver lasciato aperta

Letture dal web.

Limitare i danni da citochine…

Credo nella LIBERTÀ e nella DEMOCRAZIA per tanto mi sto dedicando a ridurre al massimo il danno da citochine che presto mi accincerò a subire. Attraverso i tso.

Prevenire e meglio che curare.

Innanzi tutto cerco i modi per tener alta la serotonina.

La serotonina prodotta dal sistema nervoso centrale svolge numerose funzioni che vanno dalla regolazione del tono dell’umore, del sonno, della temperatura corporea, della sessualità, all’empatia, funzioni cognitive, creatività e appetito.

Mi informo su come migliorare ulteriormente la mia alimentazione, credo nella dieta dei gruppi sanguinei del Dottor MOZZI.

Inizio l’integrazione per aumentare i livelli di serotonina. Il prodotto arriva venerdì.

Intanto cerco di produrla da sola in questo periodo non semplice.

Uno dei modo molto personali è la MESSA A TERRA.

BENEFICI CAMMINARE A PIEDI NUDI

1) Camminare a piedi nudi consente di contrastare i piedi piatti. Infatti l’allenamento a questo tipo di camminamento, fin da bambini, aiuta ad arcuare la volta plantare e dunque a sviluppare un piede sano.

2) Si tratta di un’attività molto rilassante. Il piede contiene più di 200mila frammentazioni nervose e camminare scalzi migliora un certo effetto sensoriale e l’equilibrio energetico del nostro corpo.

3) Aiuta la circolazione. Quando i piedi non sono stretti nelle scarpe o nelle calze, i muscoli della zona sono più attivi. Pompano il sangue molto meglio e contribuiscono a migliorare, in generale, la nostra circolazione sanguigna.

4) Camminare a piedi scalzi permette di prevenire il mal di schiena in quanto consente di appoggiare il piede a terra con meno violenza, rispetto all’uso delle scarpe. E questo aiuta la colonna vertebrale a stare in una posizione corretta.

5) E ancora: camminare scalzi permette al nostro organismo di eliminare facilmente grassi e tossine.

6) Migliora l’equilibrio del corpo e la postura.

7) È una vera e propria pratica antistress in grado di combattere anche la depressione, rafforzando il sistema nervoso.

8) Previene la formazione delle vene varicose in quanto rafforza il sistema venoso.

9) Migliora la respirazione e il sonno.

10) Contrasta i radicali liberi responsabili dell’inbecchiamento e rafforza il nostro sistema immunitario.

Pensate che la riflessologia plantare lavora attraverso pressioni esercitate sotto la pianta del piede per attivare o scaricare un organo. MADRE TERRA lo fa ugualmente.

Frugalità è un atteggiamento positivo della mente, una attitudine, spesso derivata da ciò che si è imparato per farcela con ciò che si ha a disposizione.

Massima ispirazione…

Mettere in pratica ciò che si legge.

La prima parte è andata alla grande.

A 10 giorni dall’inizio scuola che dà un pò il via al passaggio estate~autunno.Ora le campagne si colorano con i colori caldi della Terra,si vendemmia e i campi son già stati smossi per accogliere.

Schiavo delle abitudini è il miglior modo di spegnere l’energia interiore il cambiamento se cavalcato è vita.

Stessi percorsi ,ma anche no ,inguaiato nel traffico cerco le alternative se ci sono e scopro che ci metto meno è riesco anche a fare un ottimo parcheggio a S molto più vicino al punto d’arrivo.

Cambiare marcia per forza meno inguaiato nel traffico ho potuto mettere fino alla 5.

Nell’armadio si hanno mille cose ma si è propensi a mettere sempre il più rapido visto le corse nella quotidianeità a meno che non ci si concede del tempo per sè allora si lavora di anticipo.

Parlare a chi non si conosce qui c’è il mondo dietro ma per il momento sperimento e proseguo con la poesia …

Love

Se anche tutti ti voltano le spalle continua a bussare prima o poi una porta si apre.