Alchimia e cambiamento.

Sono due forza insite in tutto dal quale non ci si può sotrarre ma con il quale occorre fluire e trasformare. Riporto un testo dal web che spiega bene l’alchimia in Amore.

OSA ORA L’AMORE

Non ci si può accontentare della chimica, del colpo di fulmine, perché quello, come tutti i fenomeni naturali è impermanente. Occorre una forzante, si direbbe in ingegneria, che ci dobbiamo mettere volontariamente noi e una disciplina per rinnovare quella magia che ci è stata donata inizialmente da madre natura o da altre entità magiche e/o divine. E lì si impara a diventare alchimisti se si sa e se si vuole!

Chimica o alchimia?
” hanno chiesto al maestro qual era la differenza tra la chimica e l’alchimia nelle relazioni di coppia e rispondo a queste belle e sagge parole:

  • le persone che cercano “chimica” sono scienziati dell’amore, cioè sono abituati all’azione e alla reazione.
    Le persone che trovano l'”Alchimia” sono artisti dell’amore, creano costantemente nuovi modi di amare.
    I chimici amano per necessità.
    Gli alchimisti per scelta.
    La chimica muore con il tempo,
    L’ alchimia nasce attraverso il tempo…
    La chimica ama la confezione.
    L’ alchimia gode del contenuto.
    La chimica accade.
    L’ alchimia si costruisce.
    Tutti cercano chimica, solo alcuni trovano l’alchimia.
    La chimica attrae e distrae maschilisti e femministe.
    L’ alchimia integra il principio maschile e femminile, per questo si trasforma in una relazione di individui liberi e con ali proprie, e non in un’attrazione che è soggetta ai capricci dell’ego.
    In conclusione, disse il maestro guardando i suoi alunni:
    L’ alchimia raccoglie ciò che la chimica separa.
    L’ alchimia è il matrimonio reale, la chimica il divorzio che vediamo tutti i giorni nella maggior parte delle coppie.
    ” iniziamo a costruire relazioni consapevoli, perché la chimica ci farà sempre invecchiare il corpo,
    Mentre l’alchimia ci accarezzerà sempre dall’interno “
  • Scritto da PAOLO ZORUTTI PALOMBINI.


Affinché ogni uomo cerchi il proprio tesoro e lo scopra e poi desideri essere migliore di quanto non fosse nella vita precedente. Il piombo svolgerà il proprio ruolo fino a quando il mondo non ne avrà più bisogno. Ma poi dovrà trasformarsi in oro. È quanto fanno gli Alchimisti: dimostrano che, ogniqualvolta cerchiamo di essere migliori di quello che siamo, anche tutto quanto ci circonda diventa migliore.Paulo Coelho, L’alchimista, 1988

Quindi un’alchimista fa sempre del suo meglio in base alle sue conoscenze per trasformare il metallo in oro. Si nutre del cambiamento è di emozioni consapoveli per crescere.

Voltare pagina.

Voltare pagina delle volte è semplice e delle volte lo é meno.

La stessa pagina viene letta è riletta prima di cambiare. Probabilmente per paura dell’immenso spazio bianco che una nuova pagina ha.

Eppure si tratta di scrivere in modo creativo con la penna coraggio. Ma ci soffermiamo alla rilettura di parole note del nostro mondo confortevole convinti forse che il proseguo sia poco interessante.

L’olio essenziale che mi accingo ad utilizzare è il Cedro frutti.

Se vuoi scrivere la storia della tua vita, è necessario saper voltare pagina più e più volte.

Fabrizio Caramagna

Fiumi di parole …,

E se vi riesce un seme attraverso l’asfalto, perchè NOI nn dovremmo farcela? Il seme immette nel terreno arido buone radici così da prenderne nutrimento,inalaza il suo stelo verso il cielo e si lascia ondeggiare al sole per poi sbocciare in una coloratissima corolla e attrarre a sè piccoli insetti che si lasciano incantare da colore e profumo per poi nutrirsi.

E nelle intemperie che l’essere si fortifica e similmente al fiore ondeggia mantenendo “coerenti” le radici e contemporaneamente traendo ispirazione dall’alto. Questo é ciò che comunemente chiamiamo equilibrio.

Il movimento ondulatorio e sempre meno ampio , man mano si accorcia,fino ad avere un ottima centratura e rimanere quasi impassibili davanti ai cambiamenti.

Sempre più ci si osserva con lo sguardo rivolto verso sè che quasi ci si beffeggia di alcune emozioni della quale si è ormai capaci di tenere le distanze e non lasciarsi piú travvolgere. Riconoscerle,accoglierle,stare con esse per poi lasciarle andare.

E in questa alchimia interna si spera presto di potere sbocciare. Perchè molte volte siamo alla ricerca di chissà che cosa ma è già tutto dentro di NOI. Il ritorno a sè stessi è inevitabile. Possiamo percorrere infinite vie, scalare montagne ma si ritorna sempre alla base. NOI.

E allora capisci tanto. I limiti al quale ci sottoponiamo e la paura di brillare di luce propria. Ecco forse la paura più grande nella vita e proprio quella di essere totalmente se stessi nella felicitá.

Bastarsi!

Scelgo come olio essenziale l’incenso goccia di luna.

Stupido amore adolescienziale.

“Esci da questo corpo”

È mentre nell’aria diffondo Nagarmotha con il diffusore per ambienti, catturo alcuni miei pensieri sul mio modo di pensare.

Innamorata della realtà o di ciò che poteva esserci ma non c’è stato? Troppo Romantica!!! Non immagino la noiosa famiglia del mulino bianco ma l’alchimia dei rapporti per arrivare ad invecchiare bene assieme. Primo motto ” VIVI E LASCIA VIVERE ” perchè dovrei essere un ostaccolo in una relazione?

Cerco di capire chi mi Sta vicino per capire dove inizia la mia libertà e finisce quella del prossimo in un equilibrio di condivisione e raffronti. Certo incentrati soprattutto sulla visceralità degli argomenti essendo Donna.

La possibilità di esplorare ognuno il proprio mondo seppur in relazione permette al rapporto di arricchirsi.

“LA DIVERSITA’ È RICCHEZZA” questo è un motto che ho in me dall’etá di sei anni. La diversità non è un limite ma una possibilità per scoprire nuovi modi o punti di vista. Anche perché non esiste un solo significato di ciò che si osserva. Esistono visioni differenti di una stessa cosa esaminata. Io son io, tu sei tu se ci si incontra sarà fantastico se no occorre dialogare per trasformare.

“ONESTA'” poter parlare di tutto a 360° include una mente molto aperta soprattutto all’ascolto. Solo ascoltando attivamente si conosce l’altro nella sua essenza. Anche chiudere una relazione comporta il coraggio di guardarsi negli occhi è dirsi che è finita accompagnando il tutto da un argomentazione fondata. Evito frasi fatte! Trovo da codardi frasi fatte e scritte via cellulare.

“PARLARE DIRETTAMENTE E IN MODO ESPLICITO” meglio una dura verità che il sorriso falso e lo spettegolare alle spalle. Assumersi le responsabilità anche di ferire ma evitare un passaggio di parole da persona a persona. Bandisco l’autosputtanamento libero perché bisogna avere palle.

Ed è per questo modo di pensare che sono limited edition! Con me Gli speteguless muoiono al nascere perché è proprio vero che se parli male di qualcuno in sua assenza non oso pensare cosa si dice in propria assenza!

Essere consapevoli è un grande passo avanti per essere coerenti.

Nancy

Pausa.

Prendersi una pausa per se stessi qualche volta serve. Serve per capire dove si è diretti e chiarire pensieri. Riflettere e poter stare incantati a guardare il vuoto senza dover impegnare il tempo con chiunque o qualsiasi cosa. Un momento tutto per sé.

Incantata davanti ad una ragnatela congelata ad ammirare la maestosità della natura che fluisce con l’universo davanti a qualunque intemperia. Lei crea dinanzi ad un qualsiasi ostacolo. E poco rimurgina su dove creare e manifestare se stessa.

L’olio essenziale di Melissa limonoso utilizzato per accompagnare chi va oltre ,chi Lascia il corpo e compie il ritorno a casa mi ispira.

Forse ad accompagnare il lutto di una storia di 14 anni da lasciare alle spalle.

Oggi miscelo quest’olio alla Rosa così da infondere allegria e consapevolezza. E capire che anche se si ama a volte è meglio lasciare andare. Tanto non si può trattenere come fa la ragnatela qualcuno che pensa velocemente a voltare pagina.