Ti aditto e ti eticchetto…

6 o 9?

Se indico con l’indice ho 3 dita rivolte verso di me,se eticchetto e accompagno il prodotto con hccp verso la destinazione reparto,scafale esso puó anche scadere!!

I giovani spesso sono aditatti e etichettati perchè si dice che non hanno SCOPO. Personalmente lo scopo l’hanno divertirsi prima di entrare nel mondo del lavoro.

Cosa osservano nella società adulta e del mondo del lavoro?

Da piccoli e da più grandicelli.

Certo NANCY la pensa facile e Matta quindi non sa ciò che dice! Tanto ho già la mia eticchetta da schizofrenica quindi mi posso permettere di scrivere idiozie ma forse almeno uno riflette! In italiano significa soffermarsi su un pensiero e perchè no,se interessante rifletterlo come una lampadina con la sua luce !

Premesso che la società è così,il nichilismo esiste,l’inquinamento esiste etc etc etc tutto esiste già.Allora?

FACCIO CON CIO’CHE HO IL MEGLIO CHE POSSO.

nancy

E se poi arriva dell’altro eh eh…o si benedice o si cercano altre soluzioni. E l’unico modo per essere pro~attivi e uscire dalla lamentela.

E non chi sono io? Non valgo? Non sono creativo? E tutta colpa di una altro?Non…Non…Non… questo uccide i neuroni:”la prima di ascolta,la seconda si ragiona e la terza si sensibilizza…”

Se le difficoltà esistono,osserviamole sensibilizziamoci,facciamole presenti comunicando one to one vincente. Non anestetizziamoci cavoli!

E ognuno ha una abilità nelle risposte. Lo hanno tutti! “Pò finza sa rocca”…traduzione persino la dura roccia.

Ribadisco il concetto di conoscere per informare perchè questo è il motore che può indurre un cambiamento o per lo meno permette la LIBERTA’ di poter scegliere!

I giovani più che assenza di scopo hanno carenza d’esempi!

Agiscono per sentito dire e non sono accompagnati nelle loro esperienze da leader. Ma per esser leader non devo vestirmi di bianco,non devo indossare giacca e cravatta,devo essere pro~attivo in ció in qui credo è comunicareeeeeeee!

L’esperienza del singolo può aiutare a sensibilizzare!Basta sperimentarlo… E Sempre meglio di eticchette con prodotti destinati alla scadenza!

Per esempio non vorrei mai che un bambino ipersensibile che si metta dei quesiti sull’esistenza a 360° finisse 1 anno in clinica e per mesi da neo mamma in clinica. Perchè l’unica cosa che mi contraddistingue è la conoscenza delle EMOZIONI.

Ho un intelligenza emotiva vista per molti come malata mentre per altri potrebbe esser un potenziale.

https://youtu.be/s-8vZ6mzMVM

Ma se non posso per me lo faccio almeno per i piccoli affinché un MAESTRO tempestivamente riconosca un bimbo adittato diverso e che se una mamma comunica il disaggio del figlio non va sottovalutata.

Quel diverso potrebbe esser una ricchezza non da isolare ma da accogliere.

Appunto.

Dalla foto ad un video…

Il buongiorno si vede dal mattino.

Diversità è ricchezza.

Quante differenze tra un fiore e l’altro… eppure immagginandoli nel loro habitat si parla di diversitá. Nel loro insieme di diversitá creano “ecosistema e coesistenza” con animali e minerali in un equilibrio silenzioso e resiliente.

La diversitá è ricchezza ma Noi consideriamo soprattutto l’uguaglianza.

Nella dichiarazione universale dei DIRITTI dell’uomo si narra:

“Tutti gli uomini nascono liberi ed uguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.”

Magari andrebbe affisso un pò ovunque giusto per rispolverarlo dalla rugine della routine quotidiana. Magari ci ricordiamo lo slogan ” toglimi tutto ma non il mio Breil” ma non abbiamo minimamente idea di questo diritto.

Siamo o no tutti appartenenti al genere umano? Molti spingono per la visione omologata “ussignur” pensa te che due palle in una stanza fatta solo di Nancy 😂😂.

Anche la vecchia coscienza dell’uno si è stufata è vuole modernizzarsi con nuovi concetti nel rispetto delle LEGGI…

Quali Leggi? Le abbiamo proprio sotto il naso basta prendere d’esempio e renderci più ECO e più SOSTENIBILI!

E’ inutile per l’uomo conquistare la Luna, se poi finisce per perdere la Terra.

François Mauriac

Il salmone ha capito tutto…

Oggi ricordo!

Ricordo il lokdawn,la primissima chiusura “totale”, quella dei canti dal balcone con la bandiera italiana.

Tutti chiusi tra le 4 mura! Per fortuna una gran Donna ha creato l’associazione di volontariato dal cilindro di “Tutti insieme con gioia”. Dal via che non potevo lavorare pur di sortire dall’uscio mi son subito proposta.

Per uscire,AIUTARE! Chi ? Quelle persone che non uscivano a far spesa…

Mentre aiuti gli altri aiuti Te stessa!

Nancy

Una manna dal cielo!

Uno perchè potevo uscire e staccare dalla routine. Musica nel tragitto,aria,fai spesa,musica nel tragitto,aria,consegni spesa!

Due perchè sapevo presto mio papà sarebbe andato a vita migliore senza poterlo salutare. Vedere il sorriso di chi attende la spesa e intravede nei tuoi occhi del coraggio fuori dalla Matrix Comune non ha prezzo.

Ricordo la prima vestizione.

Guarda che luna.

Come la vedevo io,e si, oramai nulla aveva più senso nella Matrix per me regnava il caos e Quello che appariva come assenza di vita sulla Luna si realizzava sulla Terra.

Insomma parlavi del virus,coesistevi con il virus,guidavi con il virus,stavi a casa per il virus,stavi a casa con il virus,avevi paura del virus,bevevi una birra con il virus,facevi la gara di ruto libero con il virus…Insomma il virus era ovunque e come Mantra riecheggeva ovunque fino allo sfinimento…fino a sentire il tintinio delle palle cadere a terra.

Ad ogni pre ~ consegna,dove neppure potevi entrare in casa,ma lasciare tutto sul pianerottolo ci si doveva:” disinfettare le chiavi,disinfettare le mani,non toccare un accidenti ma infilarsi i guanti…

Con la sola forza del pensiero guanti in lattice infilati!!

Con la sola forza del pensiero mascherina ffp2 inserita prima con filtro poi senza filtro !

Con la sola forza del pensiero occhiali inseriti,forse,tra orecchio e elastico mascherina oppure con la stecchetta a penzoloni oppure giù dal piccolo naso o non ci vedo una minkia perchè i fumi della mascherina appannano gli occhiali.

Allora alla cieca avvolti dall’Alone di disinfettanti metti le chiavi anch’esse disinfettate nel taschino carichi le buste e si sale !

1 piano,2 piani mitico a volte 4 piani senza ascensore con mascherina da Dio…se non ci lasci le penne è perché sai che al pianerottolo La Signora ti attende con gli occhietti impauriti e la voglia di conversare.

Loro erano sempre la pronti con la ricompensa…La Fabiana diceva è il sorriso! Solo oggi capisco che avevo la mascherina e il sorriso non si vedeva 😂. Naturalmente ognuno era d’accordo di usare le ricompense per altra attività di volontariato.

Il Salvadanio Comune cresceva ma a NOI non fregava era bello poter essere coordinati da una gran Donna e riportare le conversazioni del Cuore. Tanto la Matrix andava a rotoli e poter ridere era l’oro più pregiato di quel periodo.

La televisione è un mezzo di intrattenimento che permette a milioni di persone di ascoltare contemporaneamente la stessa barzelletta, e di rimanere ugualmente sole.

Thomas Eliot

Mi piace sognare…

Penso all’Italia il centro del nuovo mondo li da dove tutto parte e ripartirá.

Tutto è possibile!


Pensare che si è persa in un bicchiere d’acqua non riesco ad accettarlo io per lei spero in grande.


Non posso credere che i giovani debbano tutti fuggire per le mancanze di possibilità.
Non posso immaginare che la libertà di scelta non vi sia d’altronde si hanno infinite responsabilità.

In questo periodo storico ho capito tanto dalle esperienze personali.


Ho capito quanta dedizione e passione c’è nelle piccole botteghine non sostenute nel salvaguardare il made italy.
Ho capito che i grandi colossi si insinuano con meneghine già studiate a tavolino.
Ho capito che la solidarietà delle persone e molto meglio dall’assistenzialismo perchè non ti fa sentire solo e nello stesso tempo non ti fa adaggiare ma capisci che devi dare il massimo per sperare nel rovvescio della medaglia.
Capisci che andare controcorrente ti isola ma ti tiene vivo e ringrazio l’università italiana per avermi concesso l’apertura mentale.
Capisco che soccomberò ma niente e nessuno si avvicinerà a ciò che ho di più importante.


Non capisco come mai la bella vita sia una clausola per la perdita della propria libertà certo abbiamo doveri ma anche tanti diritti.


Per lo meno la chiarezza della verità affinché tutti possano liberamente muoversi.
Conoscere non disinformare.
Conoscere.

Tanto la gente come noi non molla mai.

La responsabilità a rispondere c ‘è ,allora mi chiedo non può l’Italia avere un energia tale da fare almeno una volta d’esempio per il nuovo mondo?


O ancora una volta …

Perché io ci credo.

Voglio essere il cambiamento che voglio vedere nella società in cui ho momentanemaente deciso di ESSER~vi.

I matti sognano in grande e la libertà è un bene prezioso per tutti. CONOSCERE è ora.

Non credo al fatto che alcuni medici all’improvviso si siano bevuti il cervello e abbiano detto io vado controcorrente e partecipo alla disinformazione per essere poi,prima esultati e, poi sospesi.

Penso che chi conosce altri punti di vista non coesista con una coscienza leggera. Vorrebbe fare 100 ma può poco contro la disinformazione.

Il lutto va vissuto sul proprio corpo per esser consapevolizzato e poter lasciare andare.

È un lutto anche sapere di non poter scegliere.

Se alla base di un società vi è sempre stata “l’azienda” famiglia, “fonte di redditto” il lavoro,”la creatività” l’azienda famigliare,”il sogno” la cooperazione per creare aziende ancora più grandi.

Come migliorare la società partendo dal futuro (scuole) agendo nel presente (ora) imparando dal passato?

Abbiamo così tanti doveri che almeno sul mio corpo e sulla mia libertà voglio avere fiducia.

FIDUCIA che l’Italia può.

Quando non credo a qualcosa rispondo:

“Quando i maiali volano e nevica ad Agosto!”

Nancy

Non sono nessuno neppure nata in ITALIA eppure in lei ho fiducia!