La cosmesi blu…

Molto tempo fa con un Amica collega con il quale percorremmo un pezzetto di strada/vita assieme decidemmo di fare un MASTER.

Il luogo,un resort bellissimo.

Solo chi vi entra può capire tutto di quella maestosa organizzazione mimetizzata nella macchia mediterranea e vicino ad un mare stupendo.

Gironzolando online ho scoperto che la nostra pubblicazione è ancora viva!

In questo resort vi è un centro termale di talassoterapia una pratica in cui credo a tal punto che BENEDICO la vasca!

Inoltre rimasi affascinata dal whatsu che provai io stessa come operatore e come ospite attraverso un rebirthing della mia nascita. È un momento che occorre vivere non si possono spiegare le emozioni.

Erboristeria cosa vuoi che ci sia?

In fase di eustress da 3 mesi oramai sempre propensa al problem solving e al mantenimento dell’omeos del proprio corpo.

Nella solitudine e nella mancanza empatica, potrei scrivere un libro,che anche sentirmi dire lasciati fluire mi fa scappare da ridere e nella mia testa appare un grosso dito medio.

A causa delle giornate che si accorciano e quindi sole e colori cambiano.

Con un alimentazione abbastanza equilibrata e integrazione~regolare ricorro all’over~integrazione ,SOSTEGNO.

Un piccolo Herpes (pur essendomi rivolta a figure competenti non è mai avvenuta una classificazione dettagliata in più ho sperimentato trasformando piccole bollicine in enormi palloncini).

Per me è un allerta diffese immunitarie vacillanti.

Solitamemte 5 giorni.

Bromatech https://www.bromatech.it/ attacco urto xantonet,bifiselle. Forza vitale https://forzavitale.it/azienda/politica-aziendale/ clevir. Olio essenziale limone.

Venerdì nato domenica già in fase di guarigione.

Il corpo parla ma noi non lo ascoltiamo.

In presenza di sollecitazioni esterne non sempre semplici da affrontare l’attitudine che uno ha davanti alle difficoltà permette di avere un pensiero propositivo anzicchè di lamentela.

Mi distacco dalla filosofia “pensiero positivo-pensiero negativo” uno pensa come vuole.

Finché non sperimenta da sé il fatto che se agisce per migliorare la situazione in modo ecologico e rispettoso anche ripetere all’infinito una parola positiva non serve a nulla.

E coerente dire ” mi accolgo e mi amo esattamente come sono ” e poi non fare nulla nell’intera giornata per mostrare amore verso se stessi.

A quel punto molto meglio un “vaffa” liberatorio.

Lo stress, come tutti lo definiscono,sono tutti gli agenti stressori che mandano in cortocircuito il nostro equilibrio interiore.

Chi è portato a esser propositivo/attivo sperimenta eustress “buono” chi è portato invece ad un attitudine lamentela/passiva sperimenta da subito il distress “cattivo”.

Certo che se le angustie sono infinite anche una continua sollecitazione eustress e propensa al distress.

Ogni fattore stressogeno ha un corpo che risponde con una immediata reazione di allerta seguita da una prima identificazione del segnale seguita da un successivo adattamento.

Nella reazione di allerta attivo la conoscenza di ciò che sta accadendo e la classifico in nota e non nota.

Quando siamo nella fase di identificazine del segnale il corpo produce la risposta ed è qua che NOI si fa la differenza.

Se la risposta è nota l’omeos è mantenuto se la risposta non è nota l’omeos si sbilancia.

Verso cosa vogliamo che si sbilanci l’omeos? E qui subentra la fase di adattamento.

Creiamo un riequilibrio propenso a migliorare il NUOVO EQUILIBRIO diverso da quello di partenza,oppure verso un disequilibrio propenso a peggiorare il NUOVO EQUILIBRIO diverso da quello di partenza.

Questo è alla base del mio concetto di prevenzione in ogni campo.

Partendo proprio da un assunzione consapevole di responsabilità,ossia abilità a rispondere, con l’ESEMPIO coscienti della meta al quale si propende.

E qui si apre un MONDO!

Api e formiche fanno parte dello stesso ecosistema e sono strettamente interconnessi. E quando la loro coesistena e sbilanciata tutti NOI siamo portati almeno a capire cosa imparare da loro.

Nancy

Imparando si condivide…

Al master di olii essenziali presieduto dell’esperta Rosa Granzotto si parlò di un luogo in Francia dove studiavano l’imprinting alimentare nei bambini evidenziando che ogni bambino dev’essere lasciato libero nella propria attitudine di scelta.

Guardate un pò come si stanno muovendo a riprova che anche il dottor Mozzi per vie traverse ci è arrivato.

Ho preso il primo articolo de “la stampa” ma ve ne altri online indicate come prevenzione Covid~19.

https://www.google.com/amp/s/www.lastampa.it/la-zampa/altri-animali/2021/02/24/news/francia-il-menu-vegetariano-nelle-scuole-di-lione-fa-scoppiare-una-bufera-scelta-ideologica-1.39947565/amp/

Con ciò non dico addio al buon bicchiere di vino o impongo le mie idee ognuno è libero di scegliere.

Fa della tua vita una scelta consapevole.

Limitare i danni da citochine…

Credo nella LIBERTÀ e nella DEMOCRAZIA per tanto mi sto dedicando a ridurre al massimo il danno da citochine che presto mi accincerò a subire. Attraverso i tso.

Prevenire e meglio che curare.

Innanzi tutto cerco i modi per tener alta la serotonina.

La serotonina prodotta dal sistema nervoso centrale svolge numerose funzioni che vanno dalla regolazione del tono dell’umore, del sonno, della temperatura corporea, della sessualità, all’empatia, funzioni cognitive, creatività e appetito.

Mi informo su come migliorare ulteriormente la mia alimentazione, credo nella dieta dei gruppi sanguinei del Dottor MOZZI.

Inizio l’integrazione per aumentare i livelli di serotonina. Il prodotto arriva venerdì.

Intanto cerco di produrla da sola in questo periodo non semplice.

Uno dei modo molto personali è la MESSA A TERRA.

BENEFICI CAMMINARE A PIEDI NUDI

1) Camminare a piedi nudi consente di contrastare i piedi piatti. Infatti l’allenamento a questo tipo di camminamento, fin da bambini, aiuta ad arcuare la volta plantare e dunque a sviluppare un piede sano.

2) Si tratta di un’attività molto rilassante. Il piede contiene più di 200mila frammentazioni nervose e camminare scalzi migliora un certo effetto sensoriale e l’equilibrio energetico del nostro corpo.

3) Aiuta la circolazione. Quando i piedi non sono stretti nelle scarpe o nelle calze, i muscoli della zona sono più attivi. Pompano il sangue molto meglio e contribuiscono a migliorare, in generale, la nostra circolazione sanguigna.

4) Camminare a piedi scalzi permette di prevenire il mal di schiena in quanto consente di appoggiare il piede a terra con meno violenza, rispetto all’uso delle scarpe. E questo aiuta la colonna vertebrale a stare in una posizione corretta.

5) E ancora: camminare scalzi permette al nostro organismo di eliminare facilmente grassi e tossine.

6) Migliora l’equilibrio del corpo e la postura.

7) È una vera e propria pratica antistress in grado di combattere anche la depressione, rafforzando il sistema nervoso.

8) Previene la formazione delle vene varicose in quanto rafforza il sistema venoso.

9) Migliora la respirazione e il sonno.

10) Contrasta i radicali liberi responsabili dell’inbecchiamento e rafforza il nostro sistema immunitario.

Pensate che la riflessologia plantare lavora attraverso pressioni esercitate sotto la pianta del piede per attivare o scaricare un organo. MADRE TERRA lo fa ugualmente.

Frugalità è un atteggiamento positivo della mente, una attitudine, spesso derivata da ciò che si è imparato per farcela con ciò che si ha a disposizione.

Il tempo é un marchingegno …

“Tutto ciò che dobbiamo decidere è cosa fare col tempo che ci viene dato.”

Il tempo è prezioso ci può essere dato o donato. DUE connotazioni molto differenti tra loro, la prima è un equilibrio tra dare e riceve ,la seconda un dare incondizionato.

Alcune persone pensano a come passare il tempo chi invece ha ingenio sa come utilizzarlo il tempo. E quando sta bene riesce anche a fermarlo.

Tipica espressione “Il tempo è volato”. NON MI SONO RESA CONTO DEL TEMPO CHE È PASSATO”.

Oramai in pochi hanno tempo in tanti corrono. Un Maestro tempo fa mi disse “Non è importante la quantità ma la qualità” del tempo”.

Amare è così breve e dimenticare così lungo.

Space clearing

Sotto una spinta di Give Peace A change di Jonh Lennon inizio a riorganizzare le mie cose.

Ti rendi conto che applicando il space clearing come la tua vita a volte sia impantanata e quando inizi a riorganizzare il tutto vedi proprio la timelaps della tua vita e dici cacchio ma io dov’ero.

E capisci che gli incontri non sono casuali ma che ognuno arriva nella tua vita per donarti un semino che a tempo debito nascerà.

E quando fai space clearing capisci ogni insegnamento e lasci andare il vecchio per fare spazio al nuovo.

Non un nuovo qualunque ma un nuovo consapevole,un nuovo ben diretto con una meta perchè decidi di dare importanza alla persona più importante di tutta la vita ” se stessi”.

E allora anche se riempi sacchi di cartace,plastica e indifferenziata nel mentre che saluti il vecchio e realizzi cacchio quanta roba che si accumula pianti anche il semino per il futuro.

PENSANDO ALL’AMBIENTE .💚

Tank’s tante wilmha

Pausa riflessiva.

“Quello che propongo nelle pagine successive non vuole essere un trattato scientifico ma riflessioni e spunti tratti dai libri, dal web e nei vari corsi di quel magico mondo del Benessere che ricalca la Natura, così vasta nelle sue infinite formazioni, è fonte d’ispirazione per Noi esseri umani in continua ricerca. Giusto qualche idea da con-Di-videre!

Una parola per me molto importante e che accompagna da sempre questo percorso è “OMEOS”. Per omeostasi si intende quell’insieme di processi che garantiscono ad un organismo vivente di mantenere in equilibrio i propri parametri chimici, fisici attraverso meccanismi di autoregolazione. In pratica, il nostro corpo possiede la capacità di autoregolarsi e autoripararsi provocando una complessa serie di reazioni a livello cellulare.

Per questo, nella medicina non convenzionale, si usano termini come somatizzazione, sblocco-apertura dei canali energetici, operare sui punti riflessogeni, disarmonie, etc.

In “Vedere i suoni”, ”Balsamo per l’anima” e “Sentire i colori” cerco rispondere a delle domande:

Come mai nella sala operatoria si usa il verde?

Come mai i bimbi che nascono con l’ittero vengono messi sotto al luce blu?

Come sarebbe il mondo senza colori? E senza la musica?

Come mai le esperienze con suoni e colori sono talmente soggettive ma pur sempre così efficaci?