Vado al mare e non trovo l’acqua…

Tipica giornata da problem solving che dici se vado al mare non trovo l’acqua.


Occorre dare priorità.


Ant
Discarica
Carrozziere
Pulizia casa… E poi e poi e poi.


Disguidi con l’agenzia per il lavoro
Ant carico la macchina insieme a ciò che serve per la discarica ore 9:00 mi metto in macchina con l’idea di far tanto in poco.


Ant apre alle 15.30 cambio programma vado in discarica apre alle 14.30 cambio programma.
Mi metto a pulire mentre parlo con l’agenzia per il lavoro.
22 minuti in cui spiegavo alla tipa che Non può mandarmi un App per le riunioni di colloquio il 27 ott.
Mi attivo per scaricare il tutto e il 28 mi manda la spiegazione di come va scaricata l’app.
Come non può farmi fare due selezioni di cui una da 8 ore per poi dettare le risposte al quiz ai partecipanti mentre avevo già fatto il test.


Quindi non risolvo in più non pulisco .


Scrive l’avvocato cercare carrozziere.


Ecco appunto quando uno organizza e fa un buco nell’acqua ma non demordo attivo il PIANO B.
Pulisco casa nel fra tempo faccio la spesa.
Vado all’ant.
Vado in discarica.
Ritiro la spesa.


Ecco appunto quando uno ha mille risorse e non demorde ho fatto più in 1 ora che in tutte e la mattina.


E mentre cucino penso alla completa solitudine e dico ma chi me lo fa fare a cucinare.


E mi prende lo sconforto e la tristezza.


E no,cara mia anche se sola ti fai un applauso,cucini,musica e via.

Me & Me

Ps. Mi manca da stirare! 😂 Ma penso di leggere e fare un bel pediluvio caldo per render grazie a tutti i miei organi che mi hanno sostenuta oggi. 😂😂

Crescere.

“Diventare grandi”.

Il coraggio di scegliere nonostante la paura,scegliere e sbagliare,scegliere e deludere,scegliere e rimanere soli,l’importante è essere se stessi.

“Va tutto bene ci si crogiola nella routine va tutto male si chiude” cerco di vivere intenzionalmente ogni cambiamento lasciando la perfezione Agli altri.

Quanti rumori in sottofondo nell’attuale società ci distraggono da NOI stessi? Eppure parte tutto da lì “CONOSCERE SE STESSI” .

Allora staccare e prender una pausa può servire per riconnettersi a quell’io dimenticato visto che il cambiamento è inevitabile e la crescita una scelta personale.

Quando si è prigionieri di un ambiente ci si dimentica di sè stessi e svanisce con esso la capacità di ascoltarsi e rimanere degli osservatori attenti.

Quando poi la routine è così vorace da non lasciare nessuno spazio alla creatività,alla condivisione e ci si rinchiude nella propria zona confortevole per non ascoltare il mondo fuori il gioco è fatto.

“Radici salde e Ali per volare” questi i due requisiti necessari per crescere. Esplorare il mondo senza Ali mettendo solo radici è privo di emozioni d’altraparte mettere grandi Ali senza radici si é un Pò in balia degli eventi. Direi che un equilibrio è meglio.

Riconoscere i propri limiti permette di conoscersi,imparare a confrontarsi e allenarsi a dire e ricevere dei NO è fondamentale per crescere.

Anche accogliere il dolore,divenire consapevoli e lasciarlo andare fa parte della crescita.

Dare e ricevere incondizionatamente sono alla base quando vengono dettate condizioni e aspettative l’ affetto diviene non più libero.

Il troppo lamento uccide i neuroni e per non essere vittima occorre prender in mano la propria vita.

Deffinirei diventare adulti un “arte” con “colori” di coraggio,”sfumature” di responsabilità e di impegno e la conversazione con “il bambino interiore” deve lasciare un posto anche ” adulto interiore”.

Gli olii essenziali che si possono usare per accettare le difficoltà come esperienza e rimanere ottimisti nel risultato finale sono:” Bergamotto,Canfora bianca,Mandarino rosso,Rosa,Rosmarino,Nardo Sacro.

Immagina puoi…

Pomeriggio grigio,sembra voglia piovere ma anche stavolta salta. Mi accingo ad andare in studio,chiaccherata di 1 ora, esco raffreddata in viso da quella gelida aria che presagiva un temporale. Mi reco al parcheggio ed ecco l’immaggine:”

Vedo doppio se non fosse per quel piccolo triangolino e la mia mente inizia a fantasticare … ma se fosse possibile con un clic di chiavi indossare la vita di un’altro? Salgo nella macchina bis chissà quale profumo,quale musica,quale nuove abitudini e per un attimo inizio a muovere strani pensieri: chissà che lavoro,quale famiglia,compagnie e routine quotidiana…rientro nella mia macchina dove un inebriante profumo di vetiver mi ricorda: “Eilá,sei connessa?” Acquisendo la mia centratura mi metto alla guida é mi dico conosco bene le scarpe con il quale cammino tutti i giorni quindi in assenza di giudizio riesco ad amare la mia vita esattamente cosí com’è senza bisogno di indossare scarpe altrui!

Quando ti alzi il mattino, pensa quale prezioso privilegio è essere vivi: respirare, pensare, provare gioia e amare.”

La cosmesi blu…

Molto tempo fa con un Amica collega con il quale percorremmo un pezzetto di strada/vita assieme decidemmo di fare un MASTER.

Il luogo,un resort bellissimo.

Solo chi vi entra può capire tutto di quella maestosa organizzazione mimetizzata nella macchia mediterranea e vicino ad un mare stupendo.

Gironzolando online ho scoperto che la nostra pubblicazione è ancora viva!

In questo resort vi è un centro termale di talassoterapia una pratica in cui credo a tal punto che BENEDICO la vasca!

Inoltre rimasi affascinata dal whatsu che provai io stessa come operatore e come ospite attraverso un rebirthing della mia nascita. È un momento che occorre vivere non si possono spiegare le emozioni.

Erboristeria cosa vuoi che ci sia?

In fase di eustress da 3 mesi oramai sempre propensa al problem solving e al mantenimento dell’omeos del proprio corpo.

Nella solitudine e nella mancanza empatica, potrei scrivere un libro,che anche sentirmi dire lasciati fluire mi fa scappare da ridere e nella mia testa appare un grosso dito medio.

A causa delle giornate che si accorciano e quindi sole e colori cambiano.

Con un alimentazione abbastanza equilibrata e integrazione~regolare ricorro all’over~integrazione ,SOSTEGNO.

Un piccolo Herpes (pur essendomi rivolta a figure competenti non è mai avvenuta una classificazione dettagliata in più ho sperimentato trasformando piccole bollicine in enormi palloncini).

Per me è un allerta diffese immunitarie vacillanti.

Solitamemte 5 giorni.

Bromatech https://www.bromatech.it/ attacco urto xantonet,bifiselle. Forza vitale https://forzavitale.it/azienda/politica-aziendale/ clevir. Olio essenziale limone.

Venerdì nato domenica già in fase di guarigione.

Il corpo parla ma noi non lo ascoltiamo.

In presenza di sollecitazioni esterne non sempre semplici da affrontare l’attitudine che uno ha davanti alle difficoltà permette di avere un pensiero propositivo anzicchè di lamentela.

Mi distacco dalla filosofia “pensiero positivo-pensiero negativo” uno pensa come vuole.

Finché non sperimenta da sé il fatto che se agisce per migliorare la situazione in modo ecologico e rispettoso anche ripetere all’infinito una parola positiva non serve a nulla.

E coerente dire ” mi accolgo e mi amo esattamente come sono ” e poi non fare nulla nell’intera giornata per mostrare amore verso se stessi.

A quel punto molto meglio un “vaffa” liberatorio.

Lo stress, come tutti lo definiscono,sono tutti gli agenti stressori che mandano in cortocircuito il nostro equilibrio interiore.

Chi è portato a esser propositivo/attivo sperimenta eustress “buono” chi è portato invece ad un attitudine lamentela/passiva sperimenta da subito il distress “cattivo”.

Certo che se le angustie sono infinite anche una continua sollecitazione eustress e propensa al distress.

Ogni fattore stressogeno ha un corpo che risponde con una immediata reazione di allerta seguita da una prima identificazione del segnale seguita da un successivo adattamento.

Nella reazione di allerta attivo la conoscenza di ciò che sta accadendo e la classifico in nota e non nota.

Quando siamo nella fase di identificazine del segnale il corpo produce la risposta ed è qua che NOI si fa la differenza.

Se la risposta è nota l’omeos è mantenuto se la risposta non è nota l’omeos si sbilancia.

Verso cosa vogliamo che si sbilanci l’omeos? E qui subentra la fase di adattamento.

Creiamo un riequilibrio propenso a migliorare il NUOVO EQUILIBRIO diverso da quello di partenza,oppure verso un disequilibrio propenso a peggiorare il NUOVO EQUILIBRIO diverso da quello di partenza.

Questo è alla base del mio concetto di prevenzione in ogni campo.

Partendo proprio da un assunzione consapevole di responsabilità,ossia abilità a rispondere, con l’ESEMPIO coscienti della meta al quale si propende.

E qui si apre un MONDO!

Api e formiche fanno parte dello stesso ecosistema e sono strettamente interconnessi. E quando la loro coesistena e sbilanciata tutti NOI siamo portati almeno a capire cosa imparare da loro.

Nancy

Limitare i danni da citochine…

Credo nella LIBERTÀ e nella DEMOCRAZIA per tanto mi sto dedicando a ridurre al massimo il danno da citochine che presto mi accincerò a subire. Attraverso i tso.

Prevenire e meglio che curare.

Innanzi tutto cerco i modi per tener alta la serotonina.

La serotonina prodotta dal sistema nervoso centrale svolge numerose funzioni che vanno dalla regolazione del tono dell’umore, del sonno, della temperatura corporea, della sessualità, all’empatia, funzioni cognitive, creatività e appetito.

Mi informo su come migliorare ulteriormente la mia alimentazione, credo nella dieta dei gruppi sanguinei del Dottor MOZZI.

Inizio l’integrazione per aumentare i livelli di serotonina. Il prodotto arriva venerdì.

Intanto cerco di produrla da sola in questo periodo non semplice.

Uno dei modo molto personali è la MESSA A TERRA.

BENEFICI CAMMINARE A PIEDI NUDI

1) Camminare a piedi nudi consente di contrastare i piedi piatti. Infatti l’allenamento a questo tipo di camminamento, fin da bambini, aiuta ad arcuare la volta plantare e dunque a sviluppare un piede sano.

2) Si tratta di un’attività molto rilassante. Il piede contiene più di 200mila frammentazioni nervose e camminare scalzi migliora un certo effetto sensoriale e l’equilibrio energetico del nostro corpo.

3) Aiuta la circolazione. Quando i piedi non sono stretti nelle scarpe o nelle calze, i muscoli della zona sono più attivi. Pompano il sangue molto meglio e contribuiscono a migliorare, in generale, la nostra circolazione sanguigna.

4) Camminare a piedi scalzi permette di prevenire il mal di schiena in quanto consente di appoggiare il piede a terra con meno violenza, rispetto all’uso delle scarpe. E questo aiuta la colonna vertebrale a stare in una posizione corretta.

5) E ancora: camminare scalzi permette al nostro organismo di eliminare facilmente grassi e tossine.

6) Migliora l’equilibrio del corpo e la postura.

7) È una vera e propria pratica antistress in grado di combattere anche la depressione, rafforzando il sistema nervoso.

8) Previene la formazione delle vene varicose in quanto rafforza il sistema venoso.

9) Migliora la respirazione e il sonno.

10) Contrasta i radicali liberi responsabili dell’inbecchiamento e rafforza il nostro sistema immunitario.

Pensate che la riflessologia plantare lavora attraverso pressioni esercitate sotto la pianta del piede per attivare o scaricare un organo. MADRE TERRA lo fa ugualmente.

Frugalità è un atteggiamento positivo della mente, una attitudine, spesso derivata da ciò che si è imparato per farcela con ciò che si ha a disposizione.

Ad ogni difficoltà una soluzione…

Mi piace pensarla così perché è ciò che mi da la forza per andare avanti.

Solidale a chi si trova in difficoltà in questo periodo.

Ritengo che con la prevenzione si possa tanto nel fra tempo da persona in salute lavoro sul danno da tso (trattamento sanitario obbligatorio) in modo da non avere strascici sul mio corpo.

Il tampone avendo in setto nasale deviato per me è dolorossisimo quindi ogni volta che lo eseguo per me è una tortura/violenza.

La violenza ha azione sul sistema nervoso centrale e soprattutto sulla mia serotonina e produco citochine. Le citochine innescano tutta una serie di reazioni .

Le citochine possono essere distinte in diversi gruppi quali:

  • Emopoietine, cui appartengono fattori di crescita come l’eritropoietina e diverse interleuchine.
  • Interleuchine
  • Famiglia dei fattori di necrosi tumorale (TNF).
  • Famiglia delle chemochine.
  • Interferoni, che comunicano alla cellula la resistenza agli attacchi virali.

Le citochine possono essere distinte in diversi gruppi quali:

  • Emopoietine, cui appartengono fattori di crescita come l’eritropoietina e diverse interleuchine.
  • Interleuchine
  • Famiglia dei fattori di necrosi tumorale (TNF).
  • Famiglia delle chemochine.
  • Interferoni, che comunicano alla cellula la resistenza agli attacchi virali.

Siccome vivo in una DEMOCRAZIA nel quale mi piace ancora credere mi adatto e cerco di limitare il danno sul mio fisico.

Bisognerebbe prendersi cura della salute come si prende cura del divertimento, allora non si sarebbe mai malati. La mattina quando vi alzate, fate un sorriso al vostro cuore, al vostro stomaco, ai vostri polmoni, al vostro fegato. Dopo tutto, molto dipende da loro.