Errare.

“Sbagliare é umano . Ammetterlo fa la differenza”

Ammettere di aver sbagliato permette i far tacere tutti quei pensieri che provengono da rabbia,sensi di colpa,tristezza per l’accaduto,perfidia… quando si riconosce l’errore umilmente si chiede scusa e si riconosce esso come esperienza da non ripetere.

Il perdono può essere rivolto a sé stessi perché la vita un breve tratto tra nascita e morte non ha bisogno di rattristare i giorni con inutili sensi di colpa che puniscono se stessi.

Allora si che il perdono é un dono! Uso come olio il benzoino forte e balsamico é una nota di base generalmente la utilizzo nelle miscele di oli essenziali perché rallenta l’evaporazione.

Gioia? La faccio passare per il naso…

“Svegliati ogni mattino con il pensiero che qualcosa di meraviglioso stia per accadere.”

Tengo sempre un meraviglioso olio essenziale di Neroli nel portafoglio é un essenza divina.

I fiori del citrus aurantium producono un delicato e fiorito olio essenziale nota di cuore che allontana lo stress.

Perché non iniziare la giornata con un olio meraviglioso? Son solita non avere aspettative e scovare il bello nel semplice :”il sole che sorge,un uccellino che con i movimenti buffi becca il terreno,lo scorrere del fiume,una parola gentile,un dono inaspettato,un caffè in compagnia di un amica…”

Riposti nel cassetto…

“Pensa in grande. Ci sono energie invisibili pronte a sostenere i tuoi sogni.”

Prima dell’evvento covid sognavo in grande ora un piccolo minuscolo esserino é riuscito a ridimensionare ,non é che non sogno più ma bensì concretizzo il giusto. I grandi sogni sono riposti nel cassetto. Mentre concretizzo ció che sogno in piccolo visto che ogni mattina puó non essere un risveglio. Ero già consapevole di essere mortale ma da lì ad applicarlo alla vita ci passava un pó.

Vivere da mortale ha tanti benefici ogni giorno ti ricordi che può essere l’ ultimo ,hai pochi attaccamenti,non perdi tempo con futilità, ti reinventi ogni giorno e rare volta sei malinconico perché pensi alla bellissima timelaps della tua vita.

Ogni essenza ti trasporta nel mondo dei sogni.

Del mondo invisibile só poco ho solo tanta fiducia nell’universo che crea sempre ciò di cui si ha bisogno per evolvere al meglio.

Mi sostengo con gli oli un ponte con il mondo invisibile essendo loro vibrazioni , la vera essenza della pianta.

Un olio essenziale che apre verso le dimensioni invisibili é la ravintsara. Dal profumo canforato é u a nota di testa.

Presente.

“I treni che cambiano la vita esistono ma non si aspettano si guidano”

Penso che la vita stessa sia un treno da prender e non lasciarsela scivolare tra le dita . Guidare la propria vita orientandola nelle scelte é alla base dell’ esser felici.Alcuni sono diretti alla deriva come barchette senza remi spinti dalle abitudini. Iniziare la giornata con un “GRAZIE IO CI SONO”, son viva ,e fare del proprio giorno L’UNICO giorno vissuto al massimo.

L’olio essenziale che permette di prender in mano con interesse la Vita dandoci entusiasmo é il CHIODI DI GAROFANO.

Speziato e leggermente dolce é una nota di cuore.

Apprezzare ciò che si ha.

Mentre l’acqua calda scorre inizia già la fase di rilassamento. Concedersi un ora di pausa per una vasca calda non ha prezzo. I muscoli si rilassano, la mente tace e si ascolta il proprio respiro.

Crearsi un spazio proprio dove lasciar andare le fatiche é un ottimo modo per rigenerarsi. Un pugno di sale grosso e 10 gocce di olio essenziale possono migliorare ancora di più questo piacevole momento.

La sera utilizzerei lavanda,melissa,canfora mentre al mattino rosmarino,bergamotto e litsea. D’estate Salvia,ginepro e lavanda per renderlo sensuale ylang ylang ,gelsomino i vetiver…

E visto che di fantasia non si muore ecco a voi “VENERE” … YLANG YLANG,ARANCIO DOLCE E UN NOTA DI CANNELLA!

Essenziale.

L’olio é l’anima della pianta in 22 secondi arriva al cervello e in 20 minuti alle cellule del corpo e un messaggero che risveglia in NOI ricordi e dejavue. Come la lavanda rievoca il bucato appena steso, il vetiver una terreno bagnato da una pioggia appena caduta.

Un olio viene prodotto in natura per richiamare gli insetti impollinatori,per allontanare quelli parassiti,per le attitudini allelopatiche della pianta stessa e da resine che la pianta usa per cicatrizzare i suoi tessuti lesi.

Questa componente invisibile fatta di vibrazioni olfattive arriva ai recettori del naso e da qui all’amigdala.

Gli oli agrumati rallegrano la giornata ,gli oli balsamici la rinfrescano permettendo di prender aria a pieni polmoni, quelli speziati scaldano,i fioriti portano la primavera in casa…ogni profumo parla del mondo,delle persone e delle loro vite.

Le essenze donano benessere e rinforzano la consapevolezza di sé. Una volta annusate lasciatevi trasportare dalla fantasia.

E se l’abete é maestoso e forte , la camomilla come una neomamma protegge,l’arancio dolce é la gioia di un piccino,la letsea quella di un angelo a te vicino…

Amicizia.

“Chi ti vuole bene arriva da te in tempo,non quando ha tempo.”

Un’aforisma che già da tempo conosco e che cerco di mettere in pratica “ESSERCI QUANDO É IL MOMENTO NON QUANDO SI HA UN MOMENTO”.

Anche se le avversità si affrontano soli saper di poter contare su qualcuno é positivo. Nessuno può camminare la tua strada al tuo posto ma qualcuno può stare al tuo fianco.

Come olio essenziale mi viene in mente la Rosa che “ti prende per mano quando il mondo attorno a te si trasforma cit.”

Un dono per te!

Incontri.

“Il tempo ti cambia fuori. Le persone ti cambiano dentro.”

Ogni incontro non ti lascia indifferente ma ti cambia. Non sei più lo stesso quando ti relazioni ad un altra persona.

Una piccola parte di te é condivisa e una piccola parte di lui é appresa.

Ricordo ancora quando presi la patente e avevo paura della velocità,un amica mi disse:”si puó andare piano anche in quinta’. Ora che la paura si é dissolta quella frase é ancora parte di me dopo tanti anni.

L’incontro nel magico mondo degli olii essenziali di oggi é con la violetta.

Un nota di cuore ricavata dalle foglie molto fiorita che porta subito il nostro stato all’equilibrio.